Biking Italy Tour, Giorno 2: Genova

Ieri, Venerdì 1 Settembre, ho aggiunto la seconda tacca al viaggio che mi porterà da qui a quasi metà Ottobre a visitare quattordici regioni italiane.
Se vi foste persi la puntata precedente, vi suggerisco di leggerla qui.
A questo punto dovreste già sapere che mi trovo a Genova, in un ostello, e come di solito capita in questi luoghi di villeggiatura la sveglia non è suonata eccessivamente presto.

Riccardo Mazzolo ama i selfie brutti al mattino presto

Venerdì 1 Settembre, ore 8:00

Dopo una robusta colazione continentale, mi sono dedicato ad un paio d’ore di attività al computer correlate al blog: sistemazioni tecniche al sito, rifinitura al contenuto dell’articolo precedente, procedure finali per il caricamento dell’ultimo video su YouTube… ordinaria amministrazione.
Si sono fatte in breve tempo le 10, ora di inizio dell’attività principale della mia giornata, un walking tour della città di Genova organizzato dal Manena Hostel.

Spyros e il gruppo del Genova walking tour

Genova walking tour

Le premesse sono ottime: gruppo multietnico di 13 persone dove l’unico italiano ero io, tutti simpatici e molto sorridenti, e a farci da guida un ragazzo greco che ovviamente parlava solo in inglese. Wonderful 🙂
Abbiamo fatto davvero un bel tour della città, che ho approfittato per tracciare con il mio cardiofrequenzimetro gps. Secondo lui abbiamo fatto più di 10 kilometri in 4 ore, ma credo che a un certo punto abbia dato di matto tracciando una specie di teletrasporto verso il molo, la zona non captava bene il segnale gps.
Di seguito potete comunque vedere l’itinerario effettuato.

Spyros, la nostra guida per la giornata, è davvero un leader carismatico. Ci ha immersi fin da subito nell’atmosfera cittadina con un ottimo savoir-faire, dimostrando eccellenti doti comunicative e ampie conoscenze storiche in merito al territorio. Con grande mestiere ha saputo guidarci in un lungo tour alla scoperta del centro storico genovese, arricchendo l’esperienza con numerose citazioni provenienti dal glorioso passato “zeneise” alternate a simpatiche note di costume su usi e abitudini degli abitanti moderni. Un grande plauso a lui e a chi con lui mette anima e cuore per promuovere la propria città.

Monumento a Vittorio Emanuele II, Genova

Di seguito una rapida carrellata dei luoghi inclusi nella passeggiata:

Il walking tour per le vie del centro storico

Il video della giornata è completamente dedicato a questa lunga escursione cittadina per le vie del centro, si possono notare buona parte dei punti di interesse citati ed è visibile di seguito, rigorosamente a 360 gradi.

Forse il Paradiso assomiglia alla visione di questo pittore

Musica

La colonna sonora della giornata prevede il primo speciale ringraziamento alla Società Cooperativa di Multiservizi per lo Spettacolo Esibirsi, media partner del Biking Italy Tour. Dal parco artisti di questa società infatti proviene l’artista genovese Chiara Ragnini, che ha gentilmente concesso l’utilizzo del proprio brano “In ogni angolo del mondo” per la seconda tappa del viaggio.
L’intero album “La Differenza” è disponibile su Spotify.

Il Manena Hostel nel centro storico di Genova

Come promesso nella giornata di ieri, in questo articolo provvedo a descrivere in maniera più dettagliata la struttura ricettiva che mi ha ospitato in questi due giorni nel capoluogo ligure.
Il Manena Hostel è il primo ostello sorto nel centro storico di Genova, nato nel 2012 dall’unione di intenti di Giulio e Manuel. Lo stabile è davvero bello, con un elevato sviluppo verticale caratteristico di quest’area geografica.

L’ingresso del Manena Hostel, Genova

Il personale è molto gentile e disponibile, il servizio fornito è ottimo, con tre camerate da 5, 8 e 12 letti ed i servizi igienici sono numerosi, ampi e sempre ben puliti.

Una camerata del Manena Hostel

I prezzi sono davvero contenuti ed inoltre, come precedentemente descritto, l’ostello è organizzatore e promotore del walking tour cittadino già descritto nel video. Su prenotazione è possibile effettuare un’esperienza di cucina locale: per gli interessati infatti si tiene un piccolo corso per la corretta preparazione del celebre Pesto alla Genovese.

La cucina del Manena Hostel

La visita è da me fortemente consigliata, per tutti i motivi ampiamente descritti in precedenza.

Il soggiorno del Manena Hostel

Per l’occasione ho redatto insieme al titolare Manuel un video a 360 gradi che vi illustra il Manena Hostel in tutto il suo splendore.

Anche per oggi è tutto gente, io ora salgo in sella alla mia bici e parto in direzione Alessandria (TO), per la prima vera tappa ciclistica del viaggio, con una lieve ma antipatica pioggerellina estiva.
Questo è il mio itinerario odierno:

Ci leggiamo domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *