Biking Italy Tour, Giorno 29: Palermo

Ventinovesimo giorno di #BikingItalyTour, giovedì 28 Settembre 2017, mi trovo nella splendida Palermo, capoluogo dell’isola che amministrativamente viene chiamata Regione Siciliana.
Il risveglio avviene tra le mura del B&B del Massimo, pregevole struttura ricettiva di qualità sita in prossimità del maestoso Teatro Massimo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia.

Il Teatro Massimo di Palermo

Una giornata a Palermo

Oggi, dopo aver dedicato la mattinata alle riprese ed ai contenuti necessari alla creazione dell’articolo contenente le informazioni turistiche sul B&B precedentemente citato, ho dedicato buona parte del primo pomeriggio ad ulteriori attività redazionali al computer.
Quella che definirei la #vitadatravelblogger è tanto bella quanto sedentaria: tutto il materiale che si raccoglie in viaggio infatti deve essere adeguatamente e continuamente ordinato, strutturato, catalogato ed infine pubblicato. Perciò davanti al monitor le ore volano 🙂
Alle 16:00 finalmente chiudo il Macbook e mi lancio con la bicicletta alla scoperta dei luoghi che ieri non sono riuscito ad osservare da vicino.

Zisa

La prima tappa è il castello della Zisa, bene protetto dall’Unesco in quanto inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità alla voce “Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale”.
Il palazzo risale al XII secolo ed il suo nominativo deriva dall’arabo e significa “la splendida”.
Non avevo il tempo di visitarlo internamente, ma per gli interessati tra le sue mura è ospitato il Museo d’arte islamica di Palermo.

Vista da lontano del Palazzo della Zisa

Da qui ho proseguito il mio tour cittadino attraverso il quartiere residenziale compreso tra la Zona Zisa e il Monte di Pietà.

Quartieri residenziali palermitani

Porta Nuova e Palazzo dei Normanni

A breve distanza dalla Zisa, circa un paio di kilometri, sorge lo storico accesso palermitano denominato Porta Nuova, dalla quale si sviluppano Corso Vittorio Emanuele e Corso Calatafimi.

Porta Nuova, Palermo

Oltrepassata la porta, sulla destra si incontrano Piazza della Vittoria e Piazza del Parlamento.
Di fronte a questi spazi verdi si staglia con secolare austerità l’imponente Palazzo dei Normanni, la più antica residenza reale d’Europa, oggi sede dell’Assemblea regionale siciliana.

Palazzo dei Normanni, Palermo, Sicilia, Italia

Il palazzo, noto anche come Palazzo Reale, è anch’esso stato inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità Unesco, e possiede davvero un fascino unico, capace di rapire il turista intento nell’osservarne i dettagli da vicino immergendolo anche solo per pochi istanti in un’atmosfera assai distante da quella della nostra epoca.

Le vie del centro e il Teatro Politeama

Riprendo a pedalare le strade cittadine riempito dall’energia mistica della bellezza senza tempo del Palazzo appena ammirato.
Mi immergo così nuovamente in un traffico intenso ma cortese, che non si dimentica la frenesia cittadina di una giornata lavorativa infrasettimanale ma al tempo stesso riesce a mantenere un clima di rispetto per i turisti in visita, le mamme a spasso con i bimbi, gli anziani a passeggio per le vie e più in generale chi la frenesia non la conosce nemmeno di vista 🙂

Le tranquille vie del capoluogo siciliano

Pedalando mi imbatto in un edificio che attrae la mia attenzione, con un’aura da ventennio fascista imponente ed al tempo stesso lugubre che però ben s’inserisce nel contesto che lo ospita: si tratta del Palazzo delle Poste sito in via Roma, un’opera forse non prestigiosa ed antica come altre presenti in città, che ha però colpito il mio sguardo ed attirato la mia attenzione, forse in virtù dell’elevata altezza e del gran numero di colonne portanti presenti nella facciata. Si è quindi meritato uno scatto anticato per meglio elogiare il suo essere un poco “fuori dal tempo”.

Palazzo delle Poste di via Roma, Palermo

Ultima tappa cittadina di giornata è costituita da Piazza Ruggero Settimo, antistante al famoso Teatro Politeama Garibaldi palermitano.

Teatro Politeama Garibaldi, Palermo

Traghetto per Napoli

Da questa zona, prima mi sposto in un bar per gustare un’ottima cena veloce costituita da un calzone al forno, un cannolo siciliano ed un caffè, che purtroppo non ho immortalato, e poi raggiungo al calar del sole il molo cittadino, punto di partenza dei traghetti passeggeri che da questa città partono verso la terraferma italiana ed africana.
Dopo le operazioni di imbarco, trovo adeguata sistemazione nel traghetto per la mia compagna di viaggio, che passerà la notte ancorata alle scale per passare da un ponte all’altro della nave.

La mia fedele Specialized Tarmac imbarcata a bordo del traghetto per Napoli

Io mi riservo una postazione leggermente più comoda: ho acquistato il biglietto più economico, un cosiddetto “passaggio ponte” che mi consente di bivaccare per tutto il viaggio (che terminerà all’alba di domani nel porto di Napoli) nella zona del bar. Qui riesco anche a lavorare comodamente al computer, prima di addormentarmi cullato dalla navigazione nelle acque del Mar Tirreno.

SoloAround ai posti di combattimento 🙂

Video e musica

Il video della giornata racchiude l’itinerario turistico svolto durante la giornata, illustrando alcuni dei monumenti descritti precedentemente alternati a momenti di pedalata lungo le strade di Palermo. Sono infine presenti immagini anche dal traghetto che fungerà da ristoro per la notte 🙂

Il contributo musicale per la tappa è un bis, come si dice in gergo: infatti è gentilmente fornito dal gruppo Cosmic Bloom dell’artista poliedrico Manuel Baldassare, che avevano già accompagnato con le loro note il video della primissima tappa di questo viaggio (leggi l’articolo e vedi il video cliccando qui).
Il titolo della traccia ascoltabile nel video di oggi è “Trained by light”, la quale è contenuta nell’album “Star of the East” che è ascoltabile integralmente su Spotify.

Per oggi è tutto, domani vi racconterò una giornata dedicata all’esplorazione delle bellezze di Napoli! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *