Biking Italy Tour, Giorno 31: Terracina

Biking Italy Tour, giorno 31 di 40.
Il sole splende su Napoli in questo sabato di Settembre.
Mi sveglio nella camera degli ospiti di un’anziana signora napoletana (e se vuoi sapere come mai, clicca qui e leggi il post di ieri) ed in pochi minuti mi viene servito un ottimo caffè bollente.
Lavoro al computer un’oretta nella cucina dell’arzilla signora, e verso le 11 mi faccio accompagnare alla stazione dei treni da Fabio, titolare del B&B Napoli Centrale.

Da Napoli alla provincia di Caserta

Obiettivo della giornata è raggiungere Terracina, celebre località marittima nella provincia di Latina, situata più di cento kilometri a nord rispetto alla mia posizione nel territorio della Regione Lazio.
Vista la distanza kilometrica troppo elevata per gli standard di questo viaggio, e considerato che sono prossimo a raggiungere quota 2000 kilometri percorsi negli ultimi 30 giorni, decido di rendermi la vita più facile e prendere un treno da Napoli per raggiungere la vicina Mondragone, in modo da percorrere in questa tappa poco più di 80 km.

Purtroppo per una manciata di secondi perdo il treno, e sono perciò costretto ad attendere il prossimo convoglio che dovrebbe partire un’ora più tardi. Poco male, trovato un buon punto d’appoggio utilizzo il tempo morto alla stazione per proseguire i miei amati lavori redazionali al computer.

Mondragone – Terracina

Riesco a non perdere il secondo treno ed a giungere quindi intorno alle 13 alla stazione di Falciano – Mondragone, dalla quale parto finalmente alla volta della mia destinazione Terracina.

Inizia la 31esima tappa del #BikingItalyTour

Il primo tratto è particolarmente scorrevole, oltrepasso infatti la cittadina di Mondragone in facilità e senza traffico. Proseguendo mi ritrovo a percorrere la SS7 qtr, strada statale fortunatamente non molto frequentata di sabato all’ora di pranzo.

SS7qtr nei pressi di Mondragone (CE)

In breve tempo mi ritrovo ad attraversare il fiume Garigliano, dove un bel ponte segna nettamente il confine regionale tra Campania e Lazio.

Ponte sul Garigliano tra Campania e Lazio

Ingresso in territorio laziale

La giornata è davvero splendida, l’estate è formalmente finita da una settimana e con lei anche il mese di Settembre di questo 2017 sta per essere archiviato, ma il clima percepito a queste latitudini è ancora caldo, nelle località balneari che incrocio lungo la mia via qualche sporadico bagnante è ancora in costume a prendere il sole vicino alla battigia ed io mi sto godendo le pedalate odierne con molta soddisfazione.

Golfo di Gaeta sullo sfondo

Oltrepasso la città di Formia e mi fermo un momento a scattare una foto al bellissimo golfo di Gaeta, per poi riprendere a far girare le ruote della mia bici lungo strade ad elevata percorrenza che sono fortunatamente deserte in virtù del fine settimana.

Lungo le strade laziali ad elevata percorrenza

Dopo aver gustato gli scorci della bella cittadina di Gaeta, la strada regionale 213 mi riporta su un tracciato stradale lungo il litorale dall’aspetto decisamente meno industriale.

Sulla strada per Sperlonga

Sperlonga, spiagge e strade statali

Poco dopo ho invece modo di ritrovare alcuni splendidi esemplari di veri amanti dell’estate, ai quali avrei forse dovuto ricordare che il giorno successivo saremmo entrati a pieno titolo nel mese di Ottobre mentre sparuti gruppetti di nostalgici del solleone agostano facevano serenamente ancora il bagno nelle acque del Mar Tirreno. Hashtag #impavidi

Fine Settembre a Sperlonga (LT)

Passata Sperlonga non manca poi molto per l’arrivo alla meta; ho comunque l’occasione di scattare una fotografia stradale, divenuta oramai un classico in questo #BikingItalyTour con l’inquadratura contornata nella parte inferiore dalle sporgenze del manubrio della mia bicicletta, che in fase di postproduzione si è piacevolmente contraddistinta dalle altre per la sua attitudine artistica, sbocciata con l’applicazione di un paio di filtri ad hoc. Se il seguente scatto fosse un quadro, lo chiamerei #lapoesiadellastrada

“La poesia della strada”, l’arte in bicicletta 🙂

Ultimo aneddoto di giornata è la mia (ben poco) simpatica avventura con la SS7: ad un certo punto, seguendo le indicazioni per il centro di Terracina, mi ritrovo all’interno di una superstrada, ovviamente con divieto di transito per le biciclette, raggiunta dopo aver percorso una rampa di accesso su di un piccolo viadotto a senso unico. Tornare indietro era quindi altamente sconsigliato, e l’unico modo per evitare di lanciarmi nel folle tentativo di percorrere la galleria che stava a un paio di centinaia di metri dalla mia posizione era effettuare un’inversione, saltando la doppia fila di guardrail che separavano le carreggiate a due corsie e raggiungendo così l’uscita più vicina da quell’inferno riservato ai veicoli a motore. Decisamente una brutta esperienza.
Nonostante tutto sono riuscito ad arrivare sano e salvo nella ridente Terracina.

Terracina ed il Piccolo Hotel

Ingresso nella città di Terracina in provincia di Latina

Dopo una panoramica pedalata finale attraverso il magnifico lungomare cittadino, molto esteso e colmo di residenti e turisti intenti a godersi l’ultimo caldo sole della stagione, giungo alla struttura ricettiva che avrà il compito di ristorare il mio corpo durante la notte.

Piccolo Hotel e Ristorante, Terracina (LT)

Il suo nome è Piccolo Hotel ed è un albergo con annesso ristorante situato fronte mare nella zona nord della città.

Il salone dell’albergo Piccolo Hotel di Terracina

La mia camera è davvero molto comoda, funzionale, accogliente e con un gradevole terrazzo dotato di una splendida vista mare, apprezzabile dall’alba al tramonto.

La mia camera al Piccolo Hotel di Terracina

Insieme alle meravigliose donne dello staff della struttura, abbiamo realizzato un piccolo video sferico a 360 gradi dove vi illustriamo in pochi minuti perché dovreste decidere di pianificare la prossima vacanza sulla costa tirrenica laziale pernottando in questo grazioso hotel.

Video e musica

Per quanto riguarda il mio video di giornata, nel contenuto multimediale odierno ho racchiuso per voi i momenti più belli nella pedalata svoltasi tra gli scenari della Campania settentrionale e quelli del Lazio meridionale.

La musica che accompagna le immagini è gentilmente fornita dalla band Il Branco, selezionata per noi da Francesco di Exit Well: la traccia, denominata “Via Boncompagni”, fa parte dell’album “Non fate caso al sorriso” che è integralmente ascoltabile su Spotify.

Anche per oggi è tutto, domani raggiungerò la spettacolare Roma Capitale, non perdetevi l’articolo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *