Biking Italy Tour, Giorno 35: Bagni San Filippo (SI)

Al mio risveglio nella città di Viterbo mercoledì 4 Ottobre 2017 c’è un grande sole nel cielo.
Le nuvole che il giorno precedente avevano parzialmente velato il cielo nel settentrione laziale oggi sono solo un ricordo.
Sono giunto sino al trentacinquesimo giorno del viaggio che mi sta facendo compiere un personalissimo giro d’Italia, ho nelle gambe quasi 2000 kilometri ma ancora non sono stanco.

Dal Lazio alla Toscana

Dopo un’abbondante colazione, inforco la bicicletta ed attraversando ancora una volta le affascinanti strade del centro storico di Viterbo inizio a pedalare in direzione nord.

Partenza dal centro storico di Viterbo

Meta della giornata, visibile nella pianificazione dell’itinerario effettuata con il fedelissimo servizio gratuito del sito Bikeroll.net, è il paesino di Bagni San Filippo, sito nella porzione meridionale della celebre Val d’Orcia, posizionata all’interno della provincia di Siena nella regione Toscana.

Sulla strada verso la Val d’Orcia da Viterbo

La giornata è davvero splendida per macinare kilometri con una buona media oraria, la temperatura è mite ed i profumi dell’autunno che sta iniziando si diffondono nell’aria.
Lasciando alle spalle Viterbo in direzione Montefiascone, lungo la strada inizio già a prendere confidenza con i nuovi scenari panoramici costituiti da campi coltivati a perdita d’occhio che si apprestano a sostituire le zone più collinari che dominano l’alto Lazio.

Montefiascone, Bolsena e Acquapendente

Veduta di Montefiascone (VT)

Da Montefiascone, situata a 535 metri s.l.m., la strada effettua una piccola discesa per avvicinarsi alla costa del lago di Bolsena, che ricordo dalle lezioni di geografia delle scuole elementari.
In uno dei campi situato in prossimità delle sue rive, approfitto per scattare una preziosa panoramica.

#BikingItalyTour by soloaround.com || #lago di #Bolsena

Oltrepassato uno dei più famosi specchi d’acqua di natura vulcanica della penisola, mi ritrovo di fronte una breve ma intensa salita che raggiunge il paese San Lorenzo Nuovo, e dopo qualche kilometro incontro sulla mia strada Acquapendente, dalla quale la strada si allontana con una piacevole discesa.

Tra Lazio e Toscana, tra Tuscia e val d’Orcia

Ingresso in Toscana nella Val d’Orcia

Pochi kilometri ancora e attraverso il confine regionale, ritrovandomi così a pedalare nelle grandi colline panciute della Val d’Orcia.
A queste latitudini l’urbanizzazione si presenta ben diversa da quelle incontrate precedentemente, come anticipato poc’anzi. Le costruzioni si diradano, le coltivazioni si moltiplicano e i frequenti saliscendi, per usare un parallelismo matematico, presentano periodi molto lunghi, ovvero lunghe strade rettilinee seguono l’andamento dei terreni collinari con pendenze mai elevate ma sempre molto costanti.
Dopo la frazione di Ponte a Rigo, inizia un percorso lungo la strada regionale numero 2 che non vedrà più alcun centro abitato sino all’arrivo.

Splendido panorama tipico della Val d’Orcia

Una salita “strappata”, ovvero ripida quanto basta, che termina con una lunga galleria ben illuminata, porta sino alla base della collina che un paio di kilometri più in alto ospita la destinazione della giornata.

Bagni San Filippo (Siena)

In quattro ore, dopo aver percorso poco più di 80 kilometri, sono in un paesino in collina chiamato Bagni San Filippo, in provincia di Siena, alle pendici del Monte Amiata.
La località è davvero molto piccola, si trova a 524 metri s.l.m. e gli abitanti sono 91, ma la peculiarità incredibilmente caratterizzante del luogo sono le acque sulfuree termali, che alla cascata della balena bianca danno vita ad uno spettacolo di una bellezza senza pari.

Bagni San Filippo (Siena): la balena bianca

Le acque termali da queste parti sono abbastanza comuni, ma i depositi calcarei che hanno dato vita a delle formazioni rocciose di carbonato di calcio ornate da numerosissime cascate di acqua calda creano un’ambientazione estremamente suggestiva.

Veduta panoramica delle cascate termali di Bagni San Filippo in Toscana

Posso testimoniare che, immerso in una pozza di acqua caldissima, con una doccia di acqua tiepida che dall’alto mi cadeva lieve sui capelli termoregolando le due differenti zone temperate, posto a circa una decina di metri dal suolo e circondato dal melodico suono delle acque che placidamente scorrevano verso il terreno, la sensazione paradisiaca di Eden in Terra che ho provato è stata sicuramente una delle più intense dell’intero viaggio.

Riccardo nel paradiso della Balena Bianca 🙂

B&B Il fosso Bianco

Per passare la notte in questo piccolo angolo di paradiso, ho scelto di fermarmi nell’unico bed and breakfast della zona. Qui infatti oltre a questa struttura è possibile trovare solamente un grande albergo, perciò il B&B lavora in regime di quasi monopolio per la categoria, ma nonostante ciò il personale è oltremodo cortese e gli spazi sono curati nei minimi particolari.

B&B Il fosso Bianco, Bagni San Filippo (SI)

Video e musica

Nel video odierno, oltre a riportare una splendida panoramica delle strade provinciali e regionali che congiungono il nord del Lazio con il sud della Toscana, ho dedicato parte delle riprese sferiche a 360 gradi per documentare l’ambientazione unica dell’ambiente termale della balena bianca, posto a mio avviso da visitare senza indugi.

La colonna sonora odierna non proviene dal sottobosco artistico nazionale costituito dal folto gruppo di artisti del panorama underground che in maniera così ampia ed entusiasta hanno contribuito sino a qui a rendere ancor più belli i racconti del Biking Italy Tour, bensì dal canale Youtube “No Copyright Sound” che, come è intuibile dal nome, propone musica non vincolata dal diritto d’autore e che ha fornito buona parte dei contributi audio utilizzati sino a oggi per montare i video dedicati alle strutture ricettive.

Anche per oggi è tutto, ci si legge domani 🙂